Relatori

 

Chiedi ORA...

  
Condividi su Facebook
<< Torna Indietro
Matteo Renzi
Sindaco di Firenze
L'ottimismo oggi sembra volgare. Sembra fuori moda. A Firenze, per tornare da dove siamo partiti, gli ottimisti corrono il forte rischio di "passare da bischeri". E tuttavia credo che anche questo rischio vada corso.
Matteo Renzi (Firenze, 11 gennaio 1975), il 29 settembre 2008, ha annunciato la sua volontà di candidarsi alle elezioni primarie del Partito Democratico per la carica di Sindaco di Firenze. Il giovane politico, dichiarando che se avesse perso le primarie sarebbe tornato al suo vecchio lavoro, rinunciando a quello che lui stesso ha definito “privilegio e sogno di fare politica”, mette in gioco la carica di Presidente della Provincia di Firenze che il PD gli aveva assicurato per il secondo mandato. Contro ogni pronostico e al di fuori delle strategie del suo partito, Matteo Renzi vince le primarie e le successive elezioni, diventando da giovedì 25 giugno 2009 Sindaco del Comune di Firenze.
Durante i primi 100 giorni del suo mandato ha già segnato la storia con la pedonalizzazione totale della piazza del Duomo. Seguita da quella di piazza Pitti.
Nei 5 anni precedenti dal 2004 al giugno 2009 è stato Presidente della Provincia di Firenze. Si laurea in Giurisprudenza con la tesi “Firenze 1951-1956: la prima esperienza di Giorgio La Pira Sindaco di Firenze.
Matteo Renzi pensa che la comunicazione in politica sia fondamentale. ?Per questo, da otto anni dialoga con cittadini, amici e sostenitori attraverso Facebook e internet. Crede nella politica e in quella meravigliosa frase di Bono Vox, rivolta a Blair e Brown, per la quale “i politici sono i depositari dei sogni della gente”.
Hanno detto:
''Renzi è l'unica possibilità di cambiamento per il PD. Se diventa sindaco di Firenze, rappresenterà la speranza. E così le persone potranno iniziare a parlare dell'Obama Italiano.''
Time, 20 Febbraio 2009


View TALK...